Guida ai Televisori Led, Cosa Sono e Come Funzionano

C’è molta confusione su cosa siano i televisori Led. Molta montatura è dovuta alle stesse case produttrici, alla pubblicità che invoglia a comprare qualcosa che nuovo non è e che alla fine, non si conosce abbastanza. Con il nostro blog cercheremo di spiegarvi cosa c’è dietro alla tecnologia LED, le differenze con Tv LCD e Plasma introducendovi a quello che per molti potrebbe essere il futuro, gli schermi OLED. Leggete tutto in questa guida sui televisori led.

Cosa sono i Tv led:
LED sta per (Light Emitting Diodes), ovvero diodo ad emissione luminosa. Non si tratta di una nuova tecnologia visiva, ma bensì di un televisore LCD che viene retroilluminato in maniera differente dai diodi Led.
Anche un televisore LCD è retroilluminato, ma con una luce fluorescente, diversa da quella utilizzata con i Led. In parole povere i televisori LED si dovrebbero chiamare LCD-LED TV, ciò servirebbe a far capire meglio ai consumatori cosa realmente rappresentino.

Ci sono due modi per retroilluminare lo schermo (abbiamo capito che si tratta di schermo LCD) con i Led e questo differenzia anche i modelli venduti: EDGE LED, FULL LED.
Usando la prima tecnologia i led vengono posti intorno alla cornice dello schermo, ai bordi (Edge). La luce emessa viene poi dispersa attraverso lo schermo. Il vantaggio di questa metodologia di retroilluminazione è che lo spessore dello schermo può farsi molto sottile e può consumare di meno. Lo svantaggio è rappresentato dal fatto che i livelli di nero non sono così profondi e l’area intorno alla cornice dello schermo ha la tendenza ad essere più luminosa della zona al centro.

Con la tecnologia FULL LED o FULL-ARRAY i LED vengono posizionati dietro l’intera superficie dello schermo. Il vantaggio è costituito dal fatto che questi gruppi di led possono utilizzare il “local dimming” (se implementato dal costruttore), ovvero il fatto di poter “dimmare” ovvero “smorzare” la luce in modo indipendente in determinate zone dello schermo, fornendo così un maggiore controllo della luminosità e dell’oscurità per determinate zone. Quindi avremo neri più profondi e colori più brillanti, ma spessore dello schermo maggiore, consumi e costi (anche se di poco) più elevati.

Se state considerando l’acquisto di un televisore LED scoprite quali marche e modelli usino la tecnologia Edge o Full Led e osservate quale è quella che più vi piace visivamente.

Che parametri controllare prima di acquistare un televisore Led:

  • Risoluzione: tre quelle disponibili: 1280×720 (720p) scarsamente utilizzato, HD READY per 1366×768 pixel e FULL HD (1080p) per 1920×1080 pixel. E’chiaro che è preferibile l’ultimo formato, in questo modo possono essere visualizzati i Blue Ray alla piena definizione. Per i televisori piccolini, sotto i 20 pollici ci si può accontentare anche di un Hd Ready perchè probabilmente non sarà dedicato a schermo da salotto che ha bisogno di una definizione così alta.
  • Tempo di risposta: la possibilità per un TV LCD di visualizzare oggetti in rapido movimento rappresentava, specie sui vecchi modelli, un tallone d’Achille della tecnologia LCD. Quando c’erano azioni concitate, scene veloci, gli oggetti sullo schermo potevano lasciare una scia, proprio perchè il televisore non ce la faceva ad aggiornare le immagini. Le cose sono migliorate tantissimo anche se ciò non significa che tutti i TV LCD siano uguali in questo settore. Controllate quindi le specifiche relative al tempo di risposta che è espresso in ms, millisecondi, minore è questo paramentro meglio è, solitamente 4ms.
  • Contrasto: viene espresso con un rapporto, ad esempio 100000:1. Maggiore è il primo parametro migliore sono le cose per noi, anche se ormai non è più così. Ci sono molti tipi di correttivi al contrasto, c’è quello dinamico, mega dinamico, filtri per aumentarne l’efficienza ecc.
  • Formato e dimensioni: i televisori più grandi sono tutti nel formato 16:9, ovvero un rapporto tra larghezza e altezza di 16 su 9. Quelli più piccoli possono essere di formato 16:10. Le dimensioni le decidete voi, in base alla distanza che avrete tra voi e lo schermo.
  • Angolo di Visuale: è l’angolo massimo orizzontale e verticale in cui spostandoci riusciamo ancora a vedere immagini nitide perdendo luminanza.Ad esempio 176°/176° significa che in pratica riusciamo a vederlo quasi stando paralleli allo schermo a destra o sinistra, su o giù. In realtà non è proprio così, il calcolo è differente. In ogni caso maggiore il numero meglio è.
  • Frequenza: 100HZ o 200HZ? Questo numero ci dice quanti semiquadri (lo schermo viene diviso in 4) vengono visualizzati in un secondo, 25 volte 4 semiquadri. Maggiore è meglio è, di base, anche perchè lo possiamo disattivare. Una frequenza maggiore significa maggiore fluidità, meno scatti nell’immagine. I vari costruttori hanno brevettato sigle come Motionslow, Truemotion, Natural Motion riferibili ai loro 200 Hz, significa che le immagini sono fluide, come al cinema.
  • Connessioni: molti televisori Led sono diventati multimediali. Hanno connessioni per ogni cosa, le più interessanti si riferiscono alle porte Usb per connettere chiavette che permettono la riproduzione di film in Divx o Mpeg, oppure foto e Mp3, o ancora porte Ethernet per la connessione via filo con Internet. Le nuove Smart Tv Internet posseggono anche ricevitori wifi che offrono la possibilità di utilizzare Skype oppure vedere direttamente sul televisore contenuti multimediali presi da Youtube o direttamente in streaming.
  • Audio: viene espresso con la potenza in watt delle casse e con altre sigle brevettate dalle varie case o con i vari Sorround, Dolby ecc. Anche questo è un altro tallone di Achille dei televisori Led, ma anche degli Lcd. Il problema è fisico, non c’è lo spazio materiale per mettere degli altoparlanti che possano definirsi degni di questo nome. Sui vecchi ed enormi tv color c’era anche la possibilità di mettere sub woofer e woofer che davano potenza e tono all’ audio, sui poco “spessi” tv led è impossibile. In ogni caso anche qui si possono avere differenze notevoli tra modello e modello, ma non si potrà mai raggiungere la qualità delle vecchie tv.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>